Menù del sito "www.problemicoppia.com"

Crisi di coppia: un destino ineluttabile?


La crisi di coppia è una realtà destinata a diventare sempre più presente nella nostra società?

E' vero che i matrimoni durano sempre di meno? 

E' vero che "ci si prende e ci si lascia" con estrema facilità?

Non voglio rispondere a queste domande facendo riferimento alle statistiche relative alla durata delle relazioni di coppia e al numero di matrimoni che mediamente si celebrano, in Italia, in un anno.

Desidero fare una riflessione più generale per spiegare come, a mio avviso, la crisi di coppia sia tutt'altro che ineluttabile. 
Sì, perché da come il tema viene affrontato a livello giornalistico e nei dibattiti televisivi sembra che i rapporti d'amore siano tutti destinati, prima o poi, ad entrare in crisi.

Sicuramente venti o trent'anni fa era meno probabile che un matrimonio finisse dopo pochi anni, mentre oggi accade spesso. 
Ritengo che questa maggior brevità dei matrimoni non sia da considerare necessariamente come un dato negativo per i rapporti umani. 

Se i matrimoni oggi finiscono più rapidamente rispetto a un tempo è perché le persone hanno compreso che per poter condividere la vita con un altro essere umano è necessario essere in sintonia, è necessario stare bene in presenza dell'altro.

Molti matrimoni del passato erano caratterizzati da una lunga durata che però, andava a discapito della qualità della relazione. 
In altre parole: si continuava a vivere insieme perché così un tempo si era deciso e non si pensava assolutamente di poter mettere in discussione la scelta, anche se i presupposti di essa erano totalmente svaniti.

Non sto mettendo in discussione il valore religioso del sacramento del matrimonio ma ritengo che quando un rapporto non è più fonte di benessere per chi lo vive, bensì è diventato fonte di dolore profondo, non abbia alcun senso portarlo avanti.

Penso che i matrimoni di oggi durino poco perché le persone si stanno rendendo conto che nella vita non ci si può accontentare di relazioni incomplete. 

Una coppia è fonte di crescita e di arricchimento reciproco per i partner quando questi ultimi possono godere di una dimensione progettuale condivisa, di una profonda intesa sessuale ed emotiva, di una sintonia di interessi ed abitudini e, soprattutto, quando uomo e donna sanno comunicare.

Quando ci si innamora si può trovare con il partner una condivisione su tutte le dimensioni che ho citato ma non è detto che, con il passare del tempo, tale comunione di intenti si modifichi. 

Ogni essere umano infatti, va incontro, ogni giorno, a dei piccoli cambiamenti della propria identità, cambiamenti che negli anni possono essere significativi. 
È un processo normale, di evoluzione e crescita personale. Se però,le strade di crescita intraprese da ciascun membro della coppia sono molto diverse ecco che quel SI pronunciato anni prima potrebbe non avere più le fondamenta su cui reggersi.

Non voglio essere fraintesa: credo profondamente nel fatto che l'amore possa essere per sempre e che, dunque, 
la crisi di coppia non sia affatto un destino ineluttabile. 
Allo stesso tempo però, non dimentico mai che la crisi di coppia 
è una realtà possibile. 

Solo tenendo presente dentro di sé l'idea che "non è detto che sia per sempre" non si smette di investire nella cura del proprio rapporto di coppia.

I matrimoni però, finiscono prima non solo perché le persone hanno compreso l'importanza dell'essere in sintonia con l'altro per poter dividere la quotidianità. Questa sarebbe, a mio avviso, una ragione espressione di maturità e di coraggio: rimetto in discussione la mia vita per farne una vita piena a livello relazionale.

La motivazione predominante (ovviamente è un'opinione personale ma frutto anche della mia esperienza clinica) è l'incapacità di fermarsi a chiedersi che cosa si desideri davvero. 

Spesso i rapporti di coppia nascono a partire da una leva inibitoria: la convivenza o il matrimonio diventano lo strumento per placare la paura della solitudine. 
Non si sceglie l'altro in un momento di benessere e perfezione personale, bensì i n momenti di sconforto e bisogno. Se si ha bisogno dell'altro per star bene ecco che non importa che cos'altro possa condividere con noi, è sufficiente che ci sia.

La crisi di coppia è ineluttabile se il partner non è altro che lo strumento per riempire il proprio vuoto interiore. 

Il primo passo per prevenire una crisi di coppia è chiedersi, prima ancora di aver incontrato il potenziale partner, che tipo di uomo o di donna si desideri al proprio fianco. Solo una risposta chiara e dettagliata a quest'interrogativo può scongiurare il rischio di un matrimonio che arriverà al capolinea dopo il primo temporale...

Essere consapevoli del tipo di partner e di vita di coppia che si desidera non mette comunque al riparo da una crisi di coppia conseguente al mutamento di carattere, interessi, obiettivi e desideri cui ciascun partner può andare incontro nel corso degli anni.

Questo tipo di crisi però, può essere evitata se i membri della coppia non perdono mai di vista l'importanza della comunicazione: condizione sine qua non per la durata di una relazione d'amore è l'assenza di ombre nel rapporto. 

Solo comunicando ogni giorno, cioè solo mettendo in comune i rispettivi mondi, i partner potranno non perdersi anche se andranno incontro a dei cambiamenti.

Porre le basi, fin dal primo giorno d'amore, fin da quando tutto sembra perfetto, per una buona comunicazione, è l'unico modo per scongiurare la crisi di coppia.

Questo è il motivo per cui ho deciso di organizzare in data 1 dicembre 2012, a Vigliano Biellese (BI), una giornata interamente dedicata alla comunicazione di coppia. 

Consideralo un regalo di Natale che voglio fare a te e al tuo rapporto d'amore. Desidero profondamente che tutti possano sperimentare l'edificante esperienza di comunicare al meglio con la propria anima gemella.

Per questo motivo ho deciso di proporre questo percorso di otto ore di formazione ad un prezzo lancio di 50 euro a partecipante

Quest'investimento ti consentirà di prenderti cura della tua relazione di coppia divertendoti e di ricevere un prezioso strumento per continuare a farlo comodamente da casa tua. 

La partecipazione al corso ti darà la possibilità di avere in regalo l'e-book Danza di Coppia danzadicoppia.blogspot.it.

A breve ti darò i dettagli per l'iscrizione: i posti sono limitati! Segui i prossimi post...

Un abbraccio


Valeria Mora, Psicologa, Counselor e formatrice


Nessun commento:

Posta un commento