Menù del sito "www.problemicoppia.com"

Quando la gelosia ci porta fuori strada...


Questo video divertente vuole introdurre il tema di oggi:
LA GELOSIA, uno dei problemi che più insidia il rapporto di coppia.


La gelosia implica la paura che il nostro compagno possa essere amato da un'altra e la paura che egli ami un'altra. 
La radice più profonda della gelosia è data dalla paura di perdere ciò che è nostro. 
Questo è l'aspetto della gelosia che voglio approfondire in questo post.

Cerchiamo di capire insieme perché una donna (può accadere anche a un uomo) possa sviluppare la paura costante di essere tradita o lasciata dal proprio partner.

Faccio riferimento alle donne che stanno vivendo una relazione con un uomo che non dà segni evidenti di tradimento: il partner non è distratto, non ha cambiato atteggiamento, non è diventato troppo premuroso o troppo assente, non ha improvvisi viaggi di lavoro in programma...insomma, è quello di sempre.
Magari è un uomo che ha fatto qualche errore veniale in passato (apprezzamenti ad altre donne in presenza della compagna o sguardi languidi) ma ora, nelle parole e nei fatti, è un compagno fedele.

Nonostante le evidenze della genuinità del sentimento provato dal partner la compagna continua ad essere gelosa.
La donna in questione è consapevole del fatto che la propria gelosia è poco giustificabile ma non riesce proprio a controllarla. In alcuni momenti la tiene per sé per non assillare il compagno, ma in altri gliela rovescia addosso determinando, inevitabilmente, un litigio e un progressivo allontanamento del partner. Quest'ultimo infatti, non sa più come fare per tranquillizzare la compagna.

Ci tengo a precisare che, a mio avviso, la responsabilità di un vissuto all'interno della coppia è sempre di entrambi partner. 
Se la compagna continua ad essere gelosa, il partner, pur essendo fedele, pecca in qualcosa.
Forse non è in grado di capire fin in fondo ciò di cui ha bisogno la compagna, che tipo di rispose vorrebbe sentirsi dare o come potrebbe renderela serena facendola stare bene nella quotidianità, facendola sentire libera di essere se stessa e di essere accettata per quello che è.

Fatta questa premessa voglio soffermarmi sull'analisi del perché una donna possa continuare ad essere gelosa al di là delle conferme vere ed autentiche che il suo uomo le dà.

Se la gelosia è prima di tutto la paura di perdere ciò che abbiamo e amiamo, allora significa che, quando si è gelosi, non si ha fiducia in se stessi e non si crede nel proprio valore.

L'insicurezza dunque, è terreno fertile per la gelosia. 
Le ragioni per le quali una persona, in questo caso una donna, possa non essere sicura di sé sono infinite. Ogni donna ha le proprie e profonde motivazioni. Il problema sta nel fatto che la donna in questione non sempre è consapevole di tali ragioni. Attribuisce al partner, ai suoi comportamenti e atteggiamenti, la causa della propria insicurezza.
Ancora una volta entra in gioco il meccanismo della proiezione: la persona ha paura di sé, non si fida ma, più o meno consapevolmente, non lo vuole ammettere e così trasferisce le proprie insicurezze all'altro, accusandolo di tradimento.

Come se ne esce ? 


Smettendo di far dipendere la propria felicità e il proprio benessere dall'altro

E' chiaro che un rapporto d'amore può farci sentire complete e più felici ma non può essere la nostra droga. In questo caso infatti, è sufficiente un piccolo allontanamento, un comportamento o una parola non compresa per generare una crisi di astinenza che si manifesta, prima di tutto, con una gelosia indomabile.

Se nel nostro rapporto di coppia ci capita di essere pervase dal sentimento della gelosia chiediamoci, al più presto, da dove esso derivi.

In altre parole, chiediamoci perché abbiamo la costante paura di essere abbandonate, di non essere sufficientemente belle, intelligenti, provocanti, ecc..per il nostro compagno...
Di non essere abbastanza per lui...

Quando, con piena onestà e voglia di capirsi, ci si "guarda dentro" si possono cogliere le ragioni delle proprie paure.
Forse abbiamo paura dell'abbandono perché abbiamo 
perso qualcuno di importante quando eravamo bambini?

Non ci piace il nostro corpo e la nostra estetica perché, poche volte, 
siamo state apprezzate, abbracciate, coccolate da qualcuno?

Non ci fidiamo di ciò che ci dice il partner 
perché in passato siamo state tradite?

Abbiamo paura di un tradimento perché senza il partner 
ci sentiranno perse e incapaci di godere della vita?

Ogni donna troverà le proprie ragioni.
Il passo successivo che dovrebbe compiere sarebbe quello di parlare al partner dell'origine delle proprie paure. 
In tal modo, per il compagno, sarà più facile comprendere e accettare le reazioni di gelosia che prima gli apparivano totalmente assurde.
Il partner non può leggere nella mente della compagna ma nel momento in cui ella esprime cosa e perché prova sarà più facile per lui aiutarla.

Non si può pretendere però, che il problema venga gestito solo da chi è il destinatario della gelosia: anche, e soprattutto. tu, donna devi impegnarti per gestire questo tuo punto debole.

Ricordati che la gelosia è l'effetto collaterale dell' insicurezza personale e dunque é su quest'ultima che devi lavorare.

Prova a individuare un'attività che ami fare da sola, un'attività che ti faccia sentire bene, che ti gratifichi, in cui mente e corpo diventino un tutt'uno...(una corsa, un corso di ballo, una passeggiata, la lettura, ecc...). 

Prendersi del tempo per se stesse è il primo passo per imparare ad amarsi perchè, quando si è in uno stato di benessere, i dubbi e le paure, semplicemente svaniscono...
Allenati dunque affinchè lo stato di benessere diventi il tuo modo di vivere ogni giornata!

Ricorda che l'amore sano non può generare dipendenza come una droga.

La base per un rapporto di coppia duraturo è la felicità e l'equilibrio di un partner che si fonde con la felicità e l'equilibrio dell'altro. 
Per contro, se la felicità personale è dipendente dalla presenza dell'altro
 l'amore non è altro che attaccamento mascherato...

Comunica al tuo compagno le tue paure
 ma non accusarlo di esserne responsabile quando non lo è. 
Parla con chiarezza e autenticità, 
ma non urlargli addosso la tua gelosia perchè, in certi casi, 
la responsabile di essa potresti essere solo tu...


Valeria Mora, Psicologa, Counselor e formatrice



Nessun commento:

Posta un commento