Menù del sito "www.problemicoppia.com"

Il matrimonio è la tomba dell'amore?


Sul significato, il valore e le conseguenze del matrimonio vi sono opinioni e credenze numerose e spesso contrastanti.
I contrari al matrimonio affermano con sicurezza che "il matrimonio è la tomba dell'amore".
L'intento di questo post non è quello di discutere sul significato religioso del matrimonio: ogni persona ha diritto al proprio credo e ai propri valori. 

Oggi voglio fare una riflessione sul senso del matrimonio come vincolo che sancisce il "per sempre" di una relazione di coppia.

In tal senso il matrimonio è o non è la tomba dell'amore? 

Si può affermare che dare un senso di eternità a un legame possa comportare
 l'affievolirsi e lo spegnersi della passione e del sentimento dell'amore?


La mia risposta è SI e NO.

Prima di spiegare il perchè di questa risposta ci tengo a precisare che quanto sto per dire non vale solo per le coppie sposate ma anche per le coppie conviventi, se tale convivenza viene vissuta dai partner come un legame stabile e non occasionale.

Il sancire, con il matrimonio o l'inizio di una convivenza, l'inizio di un legame di coppia a lungo termine significa promettere al partner di esserci sempre, nella buona e nella cattiva sorte. Queste sono le parole con cui ci si scambia la promessa matrimoniale, una promessa che dovrà essere ribadita ogni giorno.

Ecco il punto chiave di questo tema: 

il matrimonio o la convivenza sono promesse da rinnovare ogni giorno!

Solo così la tomba dell'amore rimarrà vuota. 
L'amore infatti continuerà ad essere vivo, impetuoso e vitale come il primo giorno.

Attenzione: con questa affermazione non intendo dire che il rapporto a due possa essere sempre "semplice" da gestire ma se le redini di esso vengono tenute saldamente dai partner allora l'amore non potrà morire.

Non sono il matrimonio o la convivenza ad essere i responsabili della fine della passione e dell'entusiasmo degli inizi: gli unici responsabili sono i partner medesimi.
Quando un matrimonio o una convivenza falliscono, nella maggior parte dei casi, alla radice di quel fallimento si ritrova l'abitudine dei partner a darsi per scontati.

La tomba dell'amore è credere che l'altro/a ci sia sempre perchè, ormai, 
c'è un anello al dito, una casa, dei figli...

Il darsi per scontati è la tomba dell'amore!

L'ingrediente supremo per la durata e la qualità di una relazione di coppia è il:  

RISEDURSI OGNI GIORNO.

La seduzione e la conquista della propria moglie o del proprio marito non termina nel giorno delle nozze.    Con il tempo i partner cambiano, la coppia si modica ed è per questo che occorre "riscegliersi" ogni giorno. E' necessario rivalutare il proprio rapporto di coppia sulla base di pregi e difetti che ciascun individuo mette in campo giorno dopo giorno

Voglio citare una frase di una mia docente universitaria che sintetizza perfettamente questo concetto:

"...La coppia deve imparare a fare un salto di posizione: da - sposo questo in te - a - sposo quest'altro in te - fino a - sposo te perchè sei tu -. 

L'accettazione della differenza e del limite altrui, 
insieme all'accogliemento del suo valore, 
corrispondono alla perfezione del patto".

tratto da "Dono e Perdono"  p.164
Dott.ssa Eugenia Scabini

Rimetti in discussione ogni giorno la tua relazione: vivi ogni momento con la consapevolezza che tua moglie o tuo marito sono degli individui e non una tua proprietà. 
Nessun contratto può sancire il "per sempre". 
Forse lo può sancire sulla carta ma non nel cuore e nella mente!

Prenditi cura del tuo rapporto di coppia perchè solo così 
la passione, l'amore e la magia del primo giorno 
potranno durare a lungo e nonostante i problemi e le difficoltà della vita quotidiana!


A presto

Valeria Mora, Psicologa, Counselor e formatrice


Nessun commento:

Posta un commento