Menù del sito "www.problemicoppia.com"

Condividi le passioni del tuo partner!


Recentemente un mio cliente mi ha espresso il suo disappunto in merito al fatto che la moglie non mostra alcun tipo di interesse e partecipazione alle attività che per lui sono fonte di passione e progettualità.
Inoltre egli lamenta il fatto che la moglie, quando lui si dedica al proprio hobby, lo accusa di sottrarre del tempo a lei e alla loro relazione.
Il mio cliente afferma di capire le esigenze della moglie di maggior presenza, attenzione e tempo per la coppia ma è contrariato all'idea di doverla soddisfare in tal senso quando lei, per contro, non partecipa ai suoi interessi.

Una situazione del genere può innescare aspri conflitti e vicendevoli ripicche: "Se tu non fai un passo verso di me, io non lo faccio verso di te e viceversa!".

Dove sta l'inghippo?

L'esigenza, più che legittima, del mio cliente si colloca su un piano differente rispetto all'esigenza di sua moglie.
Nel primo caso si tratta di un bisogno relativo alla propria individualità mentre nel secondo si tratta di un'esigenza che riguarda la relazione.

Quest'ultima, soprattutto per le donne, viene prima dell'esigenza individuale. 
Mi spiego meglio: se una donna non sente di stare vivendo una relazione pienamente appagante, un  rapporto che la faccia sentire sicura, protetta dal proprio partner e speciale ai suoi occhi, non riuscirà a soddisfare l'esigenza del compagno di condivisione dei suoi hobby. In altre parole, fino a che la coppia non costruirà un "Noi" forte, unito e costante difficilmente ci potrà essere condivisione quotidiana. Viceversa, se la donna sente che la relazione con il suo uomo è caratterizzata da tempi e livelli di qualità buoni allora, spontaneamente, la donna avrà voglia di condividere le passioni del compagno.

Non sto dicendo che per l'uomo  la dimensione relazionale non abbia importanza: sentire di aver a fianco una compagna presente con la quale portare avanti una relazione stabile è certamente fonte di energia e sicurezza anche per l'uomo. Va detto però, che quest'ultimo riesce con maggior facilità a concentrarsi in un'attività che ama perché il sentirsi autonomo e indipendente è il primo bisogno dell'essere maschile.
Per la donna invece il bisogno di protezione è parte della sua natura. Questo non significa che la donna sia debole: uomo e donna sono diversi ed è per questo che possono completarsi a vicenda.

In definitiva, in una situazione come quella del mio cliente, è essenziale che egli incrementi il senso di sicurezza, protezione, apprezzamento e attrazione che trasmette alla sua donna. Quest'ultima sarà così naturalmente spinta a interessarsi al mondo del compagno.

Vorrei portare alla tua attenzione un errore in cui è facile incorrere (non solo nei rapporti d'amore): pretendere dall'altro condivisione e interesse quando, per primi, non si è in grado di manifestarli.

Quando avverti che il tuo/la tua compagno/a commette delle mancanze nei tuoi confronti, facendo nascere in te la sensazione che la tua relazione con lui/lei sia incompleta, fermati a riflettere. 
Ciò di cui senti la mancanza è un qualcosa che tu stai dando al suo partner oppure, anche tu sei carente in tal senso?

La mancanza di condivisione e di interesse per le passioni dell'altro spesso è reciproca nei membri della coppia e può diventare uno strumento di ripicca. Ecco allora che si comincia ad agire pensando che se il partner non fa qualcosa per noi allora noi, a nostra volta, non siamo tenuti a farlo per lui/lei.

Emerge un virus potenzialmente mortale per la coppia: l'orgoglio. 


Che senso ha aspettare che sia il compagno a muoversi verso di noi? 

Facciamo il primo passo mettendo da parte l'interesse individuale in favore dell'interesse di coppia. 
Non ti senti gratificato dalla tua compagna in merito al tuo lavoro o ai tuoi progetti?
Prova a chiederle quale sia il suo hobby preferito e proponile di farlo insieme.
Anche tu, donna, mostra reale curiosità per le passioni del tuo partner.

Così facendo ciascun membro della coppia potrà vivere i propri spazi di libertà ma, allo stesso tempo, potrà sentirsi amato, compreso e stimato dal partner. Non è da escludere poi che le passioni di uno si mischino a quelle dell'altro diventando ulteriori punti d'incontro per la coppia.

Ti rimando al prossimo post per ragionare insieme sull' importanza delle passioni comuni...


A presto

 
    Valeria Mora, Psicologa, Counselor e formatrice




Nessun commento:

Posta un commento